Keep Calm and Cartotto Teach!

No, il titolo non vuole essere un ordine per voi che leggete… ūüėČ

Grazie ad un’amica docente e simpaticamente mia fan, che preferisce restare “dietro le quinte” ed √® appassionata di foto-ritocco, ho ricevuto alcune elaborazione grafiche davvero simpatiche che ritraggono…proprio me! Una coloratissima serie di “Keep Calm and Cartotto teach”, appunto, con una citazione addirittura del padre della psicoanalisi!

Insomma, ora ho anch’io il mio¬†meme¬†ufficiale, e trovate le sue differenti varianti nella galleria qui sotto.

Buon divertimento! P.s. immagini con Licenza Creative Commons e di propriet√† dell’autrice.

Andrea Cartotto

Trainer Andrea

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Quello che NON devi fare sui #social

cosa non fare sui social

Se hai visto con attenzione l’immagine che ho pubblicato poco sopra, sappi che si tratta di ci√≤ che¬†NON DEVI FARE¬†su qualunque social networks!

Alimentare, infatti, sul #web notizie fasulle ed infondate con condivisioni o commenti indignati non fa altro che fare il gioco degli autori di queste sane “bufale”.

Certo, anche Google nel calderone dei risultati proposti pu√≤ fornire informazioni non esatte ma rimane un baluardo a cui, quantomeno affidarci:¬†il minimo sindacale da fare, lo ricordo, quando si legge una notizia tramite¬†i #social #networks, siti che trasmettono scarsa affidabilit√†¬†o testate giornalistiche che non si conoscono √® inserire alcune parole chiave (il titolo del presunto articolo, il tema chiave della notizia, il nome del personaggio famoso citato con accanto parole chiave (le famigerate”keywords”) hot come nascita, morte, matrimonio, ecc…¬†proprio nella barra di ricerca di Google. State tranquilli che, se si tratta di una bufala consolidata, tra i vari risultati mostrati non potrete che accorgervene.

SITI INTERNET ANTI-BUFALE

Vi consiglio di consultare, periodicamente, magari aggiungendoli ai vostri preferiti (segnalibri per alcuni browsers)¬†la lista nera dei siti spacciano “bufale”¬†(clic QUI)¬†o il sito ufficiale del noto giornalista – in ambito digitale e non solo –¬†Paolo Attivissimo (clic QUI), che da tempo ha messo in atto¬†(un po’ come me… ūüėČ ) una personale campagna per svelare agli utenti della rete le notizie “spazzatura”.

Insomma, io alcuni buoni consigli ve li ho forniti, dunque occhio: direi che ora, non avete pi√Ļ scuse! ūüôā

      Andrea Cartotto

      Trainer Andrea

Cosa condividiamo sul web?

Fine dell’anno, di solito tempo di bilanci ed analisi: vorrei quindi con una efficace infografica basata su dati Ipsos mostrarvi quello che tutti noi utenti (s√¨, parlo anche con te che stai leggendo questo articolo…) abbiamo condiviso in rete nel 2013 che sta per lasciarci.

Le statistiche parlano di social networks in genere, ricomprendendo quindi tutta quella interazione sociale che siamo soliti avere con le piattaforme a noi pi√Ļ congeniali (Facebook, Twitter, Google+, Instagram, Linkedin, Pinterest, solo per citare le pi√Ļ note al grande pubblico) e sono convinto che vi incuriosiranno.

Poich√® talvolta le immagini valgono pi√Ļ delle parole non mi dilungo oltre e vi lascio alla consultazione dell’infografica che trovare qui sotto: buona lettura e…SINCERI AUGURI DI BUON ANNO!

Andrea Cartotto

Trainer Andrea

Cosa condividiamo sul web: infografica su dati Ipsos

Cosa condividiamo sul web: infografica su dati Ipsos

Cosa succede ogni 60 secondi su internet

Internet, si sa, √® un¬†mare magnum¬†di contenuti e piattaforme attraverso cui pubblicare contenuti. Il tutto avviene in maniera veloce ma…avete mai pensato a cosa pu√≤ accadere sul web in 60 secondi?

Ce lo riassume una interessante infografica reperita in rete (www.blog.qmee.com), la trovate qui sotto:

Andrea Cartotto

Trainer Andrea

infografica uso web in 60 secondi

Infografica che mostra ci√≤ accade sulle piattaforme pi√Ļ diffuse della rete…in 60 secondi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: